VIVERE DA SOLI, QUANTO COSTA IN ITALIA?

Conti alla mano, sappiamo quanto costa abbandonare la casa dell’infanzia

Andare a vivere da soli è il sogno di milioni di italiani che abitano ancora con i genitori o in case piene di coinquilini. È il primo traguardo personale dell’essere adulto, la vera e propria affermazione d’indipendenza. Sì ma quanto costa?

Woman Lying on Sofa

 La maggior parte delle volte che si entra in argomento, la risposta è sempre “troppo”, liquidando così ogni riflessione in merito. Invece di riflessioni ce ne sono da fare, eccome. Riflessioni e calcoli, come quelli che ha fatto un utente su un noto sito Internet. Ha tentato di rispondere alla fatidica domanda aggiornando di continuo il foglio Excel delle sue spese.

Per avere le chiavi dell’appartamento

Secondo l’esperienza di Luca, quando entri in una casa devi subito sborsare un bel po’ di soldi suddivisi in subentro ENEL (87€), subentro Gas (85€), subentro acqua (85€), canone per il primo mese (400€) e cauzione per l’appartamento (equivalente a 3 mesi di affitto: 1200 €). Totale 1950€, ancora prima di passare la nostra prima giornata nella nuova casa. Quando l’appartamento è già ammobiliato ci sono meno spese, chiaro, ma qualcuna di solito è necessaria. Tipo il letto, gli utensili da cucina, gli asciugamani e tutto l’occorrente per il bagno, alcuni mobili, scaffali, cose così per circa 300 €. Aggiungete il doveroso contratto del telefono-internet e lì scegliete voi la promozione che vi torna meglio. Si arriva così a circa 2300 € per avere le chiavi in mano e poter iniziare l’avventura in solitaria.

La spesa mensile di chi vive da solo

L’appartamento scelto è un bilocale di 60mq, che nella provincia veneta dove risiede il nostro amico, si affitta per 400€ al mese. A questo esborso vanno ovviamente aggiunte altre spese, tipo generi alimentari, bollette e tasse. Non temete, non restiamo generici. Il nostro amico Luca è entrato nel dettaglio. Affitto = €400, spesa al supermercato = 200€, spese condominiali = 25€, bolletta gas (riscaldamento d’inverno, acqua calda e gas cottura) = 56€, bolletta dell’energia elettrica = 22€ (casa con classe energetica bassa, illuminazione led, no lavatrice), bolletta dell’acqua = 5€, tassa rifiuti = 13€, bolletta Telecom (telefono inutile + ADSL) =42€, bolletta cellulare = 10€, costo lavanderia = 30€, revisione annuale caldaia obbligatoria = 10€. Totale 813€ al mese di spese di sopravvivenza civile.

Restano fuori le spese per i trasporti: l’autore del calcolo ha stimato circa 195€ al mese per benzina e spese varie legate all’automobile, ma ovviamente si può risparmiare molto se si usano i mezzi pubblici.

Conclusione

Per vivere da soli, secondo questi dati, occorrono 1000 € al mese. Per sostenere le spese s’intende.

Stando all’ultima rilevazione Istat lo stipendio medio degli italiani ammonta a 1327 € mensili e che i giovani dicono di ricevere dai genitori in media 280 € al mese.

Quindi per vivere decentemente da soli occorrono circa 1500 € al mese. Se poi pensate che in Italia ci sono 7,1 milioni di single e che la loro vita, secondo un’analisi della Coldiretti, costa in media il 74% in più di quella di chi vive insieme a qualcuno, vi renderete conto che, conti alla mano, conviene davvero molto di più convivere in due.

Fonte: https://goo.gl/cNKmS:A

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Torna su

Contattaci

CHIUDI

. .